Informazioni Turistiche
Un viaggio a Ischia

ischiaPer raggiungere Ischia le alternative sono tantissime: le compagnie Snav, Caremar ed Alilauro uniscono la meravigliosa isola flegrea a Napoli tramite una fitta ragnatela di collegamenti, che annovera tantissime corse giornaliere in partenza da Mergellina, Porta di Massa e dal molo Beverello e dirette presso gli attracchi di Casamicciola Terme, Ischia e Forio d’Ischia.

A seconda delle imbarcazioni impiegate, la traversata può durare dai trenta minuti all’ora e mezza ed il costo del biglietto varia a seconda dei servizi selezionati al momento della prenotazione del biglietto. Ho viaggiato partendo con uno dei tanti aliscafi per Ischia con la compagnia Alilauro ed ho pagato la modica cifra di 56 euro per i viaggi d’andata e ritorno, dopo aver prenotato online la traversata e gli orari più vicini alle mie esigenze e a quelle dei miei compagni di avventura.

È possibile optare per l’orario che si preferisce, considerando che le corse coprono pressoché ogni momento della giornata, a partire dalle quattro del mattino ad arrivare alle dieci della sera. La mia traversata è durata circa quaranta minuti, allietati dalla premura e dall’organizzazione che vigono a bordo. L’immagine della costa ischitana che veniva fuori dalla caligine mattutina è ancora impressa nella mia memoria. Appena sbarcati, Ischia si è presentata splendida come me l’avevano descritta e ancor più bella che nelle tante fotografie che ne avevo ammirato.

La natura selvaggia del luogo fa pendant con l’eleganza e l’ordine dei borghi; i panorami mozzafiato dei quali si gode non appena ci si avventura nell’entroterra, sono il completamento ideale di una mattinata trascorsa in spiaggia. Ischia offre un enorme ventaglio di occasioni di svago, a partire dall’abbondanza dei centri termali, che traggono il loro potere rilassante e curativo dalle acque termali che risalgono in abbondanza dal sottosuolo, ai quali unisce le sue indimenticabili serate mondane, le escursioni nella sua splendida natura, ma anche gli agriturismi, la buona cucina, la storia e l’arte.

Le tappe imperdibili per chi ha intenzione di visitare questa meravigliosa isola sono tante: personalmente ho avuto la fortuna di esplorare la magica baia di Sorgeto, un luogo incantato nel quale le calde acque curative che sgorgano dalla parete rocciosa della falesia si versano in mare e vengono raccolte in ampie piscine naturali costruite con l’impiego dei sassi presenti sui fondali. Ho avuto l’ardire di risalire il Monte Epomeo, fino a godere del panorama che sa offrire il punto più elevato dell’isola, dal quale con lo sguardo proteso ad oriente si abbracciano buona parte delle coste campane e soprattutto la quasi dirimpettaia penisola sorrentina, splendida al tramonto.

Prima di ripartire, abbiamo scelto di visitare la parte più autentica di Ischia, il borgo di Sant’Angelo, collegato alla terraferma da un sottile istmo. Il piccolo abitato riesce a ricondurre la mente nei secoli addietro, quando i pescatori che popolavano l’isola vivevano quasi isolati dal resto del mondo. Ischia è un gioiello di rara bellezza che merita più che una semplice villeggiatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi